Torna su
  • RISULTATI LIVE - Ottavi coppa Italia

Roma Radio, Paredes: “Possiamo migliorare ancora molto. A Vienna ho rischiato il collaterale”

Parla Paredes ai microfoni di Roma Radio

Dallo studio di Roma Radio a Trigoria, Leandro Paredes si è intrattenuto con David Rossi. Ecco le sue parole.

(Parla David Rossi)
C’è un grande distacco tra la stima di quanto ci piace questo ragazzo quando gioca e i suoi gusti musicali (ride, ndr). Questa è bella dai, però”.

Innanzitutto, come stai? Hai preso dei bei colpi in queste ultime partite.
Bene, domani o oggi pomeriggio farò la risonanza. A Vienna ho rischiato di farmi male al collaterale, ma sono riuscito poi a giocare”.

Torniamo un attimo indietro, alla partita ad Orlando, il tuo esordio. Lì nessuno ti conosceva, ma sei entrato subito nel clima della squadra. Destro, sinistro, andavi da Totti a prenderti la palla. Ti sei sentito subito a tuo agio nella Roma?
Mi sono trovato bene da subito, è difficile quando arrivi dall’altra parte del mondo, ma per fortuna mi sono integrato bene”.

Vediamo che sei tanto legato ad Iturbe… Anche con Perotti, avete formato questo clan argentino.
Abbiamo tutti un grande rapporto, anche con Perotti e con Fazio. Siamo tutti argentini, cerchiamo di stare bene insieme. La musica la metto io nello spogliatoio”.

La squadra sta vivendo un ottimo momento, c’è solo quel rammarico di Empoli che se la rigiochiamo dieci volte la vinciamo…
Possiamo ancora migliorare molto, peccato per quella partita, vincere sarebbe stato importante”.

Questo numero 5?
L’ho scelto perché in Argentina, quello che la indossa fa il regista”.

Spalletti ti sta addosso eh. Cosa ti chiede il mister?
Più che altro di far girare velocemente la palla e far giocare la squadra”

Ma lui ti vuole far diventare come Pizarro…

Sì, mi piacerebbe”.

Magari ti chiede di correre come Salah
No, non ci riuscirei mai (ride, ndr)”

Credo che per un regista sia solo che un vantaggi avere uno come lui là davanti…
Sicuramente, è un attaccante molto veloce, come gli altri che abbiamo in rosa come El Shaarawy e Iturbe”.

De Rossi, Strootman e Nainggolan è un bel centrocampo duro, tosto. Tu hai più qualità con la palla tra i piedi invece.

Sono stato fortunato ad averli in squadra, posso imparare molto da loro”

Nel Boca giocavi con un certo Riquelme. Che ricordo hai di lui?
E’ stato una persona importante dal punto di vista professionale e personale, mi ha aiutato tantissimo. Sono felice di averlo avuto come compagno di squadra e come amico”.

Che atmosfera si prova a giocare alla Bombonera?

Una cosa bellissima, mai provato sensazione così bella. E’ qualcosa di particolare, bisogna viverlo per capirlo”.

Dalla Bombonera all’Olimpico. Questo aumenta il rammarico per l’assenza dei tifosi allo Stadio?
Sicuramente, cambia moltissimo con i tifosi che si spingono”.

Avete tanti infortunati in questo momento. Un bene che la sosta sia arrivata ora?
Per me è sicuramente un bene (ride, ndr), ma anche per tutti gli altri che non vanno in Nazionale, è l’occasione per riposarsi un po’”.

Dopo la pausa inizia un ciclo importante di partite. Atalanta, Lazio, Milan e Juventus…
Non sarà un periodo decisivo, sarà ancora lunga anche dopo quelle partite ma sarà importante vincerle per restare sempre in alto”.

Quali sono i tuoi obiettivi stagionali?
Fare tante partite e vincere qualcosa con questa squadra, ci sono giocatori forti e un bravo allenatore, vincere sarebbe importantissimo”

Hai la sensazione che siete più convinti e sicuri rispetto a mesi fa?
Si, anche i risultati lo dimostrano ma dobbiamo continuare sempre nel cercare di migliorarci, come ho detto possiamo ancora migliorare tanto”.

di

Cosa ne pensi?

Commenta per primo questa notizia!

Segnalami

wpDiscuz